Cure Palliative per gli anziani

SBEXRF-00038400-001

La Fondazione Maruzza ha scelto anche un altro importante obiettivo: promuovere le cure palliative negli anziani che, insieme ai bambini, rappresentano l’altro lato particolarmente fragile della nostra società.

Con l’invecchiamento si è sempre più soggetti a contrarre malattie, mentre contestualmente aumenta la paura di trascorrere gli ultimi anni in condizioni di sofferenza e di non autosufficienza. E soprattutto di non ottenere cure e attenzioni per affrontare al meglio malattie e invalidità.

La Fondazione Maruzza ha quindi promosso un incontro fra due mondi: quello dei geriatri e quello dei palliativisti, per scambiare esperienze e visioni per la gestione di pazienti comuni. C’è infatti un grande numero di pazienti, come i malati di Alzheimer, le persone affette da comorbidità o dalle cosiddette insufficienze d’organo in fase avanzata, che ha bisogno di un approccio diverso. Dove l’anziano e la sua famiglia, e non la malattia in sé, diventano un insieme da abbracciare in una visione congiunta.

Diviene quindi indispensabile il dialogo tra il mondo della geriatria e quello delle cure palliative, per unire le forze, apprendere l’uno dall’altro, alleggerire il carico gestionale, economico ed emotivo delle famiglie. Lo scopo non è solo quello di alleviare il dolore e fornire sollievo ai gravi sintomi della malattia, ma anche dare maggiore attenzione all’aspetto psicologico e spirituale nel processo di cura. Anche in questo caso, la strada migliore sarebbe il ritorno a casa e il reintegro nella normale routine casalinga. Per un anziano malato diviene indispensabile vivere in un ambiente familiare, accanto alle persone più care.

 

I progetti

Progetto MIRSA

Nell’ambito delle attività della Fondazione per le cure palliative in geriatria, dal 2014, presso la struttura di Guidonia dell’Italian Hospital Group, è stato avviato il Progetto di formazione MIRSA, il cui obiettivo è migliorare la qualità delle cure prestate alle persone affette da patologie croniche degenerative, in fase avanzata e con limitata aspettativa di vita, assistite nelle Residenze Sanitarie Assistenziali (RSA).

Dai primi risultati è emerso che il corso pilota MIRSA ha permesso a 43 professionisti, di una delle strutture dell’Italian Hospital Group, di usufruire di corsi di formazione dopo aver individuato le aree di miglioramento attraverso focus group con operatori e parenti. Sono stati realizzati 4 incontri con un formatore, di 4 ore ciascuno, e tre diversi appuntamenti di 3 ore ciascuno per una discussione guidata di casi clinici. Dopo sei mesi, è stata organizzata una seduta di audit per ogni reparto coinvolgendo il medico responsabile e il coordinatore infermieristico, sulla base di indicatori di risultato individuati.
All’audit si rileva un’implementazione positiva con standard al 100% sui seguenti indicatori:

  • definizione del processo di pianificazione personalizzata e implementazione delle informazioni da dare al paziente, famigliare, caregiver (100%);
  • rilevazione dello stato d’animo in cui si trova l’ospite (100%);
  • proposta e supporto alla partecipazione attiva del paziente e/o del famigliare nel percorso di cura (100%).

Una volta terminata anche la fase di valutazione del cambiamento migliorativo percepito sia dal personale medico e infermieristico che dai pazienti, si valuterà di riprodurre il corso in altre strutture pubbliche o private.

In ambito socio sanitario, la formazione è un elemento strategico e necessario per lo sviluppo e il raggiungimento degli obiettivi assistenziali.

L’implementazione di una competenza è un percorso che non si può esaurire in un evento ma, per essere efficace nel produrre cambiamenti rilevanti, va protratta e ripetuta nel tempo. Per questo la Fondazione continuerà a porre l’attenzione sulle persone anziane per promuovere la realizzazione di progetti sempre più idonei ed efficaci per la cura e la qualità della loro vita.

Progetto – Manifesto “Better Palliative Care for Older People”

Nel 2012 la Fondazione Maruzza ha riunito le due società scientifiche europee di riferimento nell’ambito delle cure palliative (EAPC) e della geriatria (EUGMS) al fine di produrre un documento condiviso e promuovere un piano di azione europeo per le cure palliative in geriatria per garantire la migliore assistenza alle persone anziane affette da malattie cronico-degenerative. Il Manifesto “Better Palliative Care for Older People” che è stato presentato nell’aula A3H1 del parlamento Europeo di Bruxelles il 25 settembre 2012 durante l’evento: “Quality of Life in Old Age until the end”.

Progetto “Palliative care for older people: better practices”

Nel 2011 è stata messa a punto una pubblicazione dell’OMS Europa dal titolo “Palliative Care for Older People: Better Practices”, che – attraverso un’analisi sistematica delle migliori esperienze realizzate sul territorio europeo e extraeuropeo – suggerisce ai policy maker esempi delle migliori pratiche nelle scelte di programmazione sanitaria e fornisce raccomandazioni per progettare e realizzare i servizi più idonei ed efficaci per la cura e la qualità della vita delle persone anziane.
Nato da un’idea della professoressa Irene Higginson del Dipartimento delle Cure Palliative del King’s College di Londra, il booklet si avvale dell’esperienza e del contributo di quindici specialisti internazionali in cure palliative.

Pubblicazione WHO Europe – 2011

libretto completo ok

SCARICA IL BOOKLET

Scarica il manifesto
ITALIANO | INGLESE | SPAGNOLO | FRANCESE | PORTOGHESE | TEDESCO

News: Quality of Life in Old Age until the End. Parlamento Europeo/Bruxelles, 25 settembre

Traduzione dal Medical Journal of Australia – Manuale Linee Guida per la Comunicazione della Prognosi connessi al fine vita negli adulti
miniatura

CARTA DELLE RELIGIONI PER LE CURE PALLIATIVE PER LE PERSONE ANZIANE