(Notizie dal Ministero della Salute) – Progetti di umanizzazione per i pazienti fragili


L’umanizzazione delle cure è l’attenzione alla persona nella sua totalità, fatta di bisogni organici, psicologici e relazionali e oggi è tema di grande attualità. Le crescenti acquisizioni in campo tecnologico e scientifico, che permettono oggi di trattare anche patologie una volta incurabili, non possono essere disgiunte nella quotidianità della pratica clinica dalla necessaria consapevolezza dell’importanza degli aspetti relazionali e psicologici dell’assistenza.

I progetti di umanizzazione in carico presso la Direzione Generale della Programmazione Sanitaria sono volti ad indagare le problematiche relative alla presa in carico e all’assistenza del malato e della sua famiglia, con un focus dedicato alle fasce più deboli della popolazione. L’analisi si è indirizzata verso le necessità e i bisogni di alcune tipologie di pazienti, considerati fragili (anziani, bambini, famiglie con disagio) che necessitano percorsi di cura personalizzati. (…)

  • Qualità della vita in età evolutiva, Fondazione Maruzza Lefebvre D’Ovidio

Il progetto “Qualità della vita in età evolutiva” presentato dalla dott.ssa Emanuela Lopez e dalla Fondazione Maruzza Lefebvre D’Ovidio onlus si pone l’obiettivo di analizzare e definire il concetto di Qualità di vita e della sua operatività, indirizzata ad una fascia di popolazione compresa tra 0 e 18 anni, mediante la definizione di indicatori che possano rilevare la capacità dei servizi sanitari dedicati ai minori, di rispondere ai bisogni specifici di questa fascia di popolazione.

Leggi l’articolo completo!

 

Related Posts